Buona condotta in carcere, sconto di pena per Sabrina Misseri
venerdì 14 dicembre 2018
 Il tribunale del riesame di Taranto ha accolto la tesi dell'avvocato difensore.  

Uno sconto di pena per Sabrina Misseri: la giovane di Avetrana condannata all'ergastolo per l'omicidio della cugina Sarah Scazzi potrà godere di una liberazione anticipata di oltre un anno e quattro mesi (495 giorni). 
Lo ha deciso il tribunale di sorveglianza di Taranto che ha accolto le tesi dell'avvocato Nicola Marseglia contenute nell'appello contro il primo diniego del magistrato. 
Sabrina, così come la madre Cosima Serrano che ha già ottenuto lo stesso sconto di pena, si è mostrata partecipe alle attività di rieducazione dell'istituto penitenziario, ha conseguito il diploma di scuola superiore ed è stata rispettosa delle norme di condotta in regime carcerario. Non ha rilevanza ai fini della decisione sullo sconto di pena, secondo il tribunale, il fatto che la ragazza continui a proclamarsi estranea ai fatti.