Ilva, a Roma rottura delle trattative: l'azienda insiste sugli esuberi
venerdì 27 aprile 2018
Il tavolo tra sindacati e parti in causa di ieri a Roma porta a un nulla di fatto. Tutto rimandato.

Tutto da rifare. Il tavolo di trattativa tra Ilva e parti in causa di ieri a Roma non ha portato ai risultati sperati. E' rottura tra sindacati e azienda e a nulla è valsa la mediazione della viceministro Bellanova. La Am InvestCo non cede e persiste sulla linea degli esuberi. Secondo quanto da loro ribadito, saranno 10mila i riassunti subito. Al termine del piano industraile il numero dovrebbe scendere poi intorno agli 8mila. Di parere contrario invece i sindacati che hanno ribadito al necessità di mantenere invariati gli attuali livelli occupazionali, ovvero circa 14mila lavoratori.
Estate calda in vista dunque, dal momento che con ogni probabilità i lavoratori decideranno per lo sciopero.