Furto di cavi telefonici, arrivano i carabinieri e il colpo sfuma
martedì 10 aprile 2018
Due auto sospette sono state intercettate dai carabinieri a Castellaneta: all’interno di una delle due, abbandonata dai ladri, attrezzi da scasso e centraline per auto.

La scorsa notte i Carabinieri di Castellaneta sono intervenuti in contrada Ferro di Cavallo, a Ginosa, sventando un furto di cavi della linea telefonica. I due malfattori alla vista dei militari si sono difatti dati alla fuga, facendo perdere le proprie tracce.

Durante gli accertamenti, sul posto sono arrivate una Lancia Delta di colore bianco e una Alfa Romeo Giulietta rossa che, invece di fermarsi all’alt dei Carabinieri, si sono dileguate a forte velocità. Ne è scaturito un inseguimento, protrattosi per qualche chilometro, fino a quando un pattuglia della Stazione di Marina di Ginosa, sopraggiunta in supporto ai colleghi, anticipando i malfattori sulla s.p. 26, ha sbarrato loro la strada. Il conducente della Lancia Delta, grazie ad una manovra spericolata, è riuscito però  ad aprirsi un varco tra il margine della strada e la campagna, mentre gli occupanti della Giulietta sono fuggiti a piedi, abbandonando l’autovettura.

La successiva ispezione dell’Alfa Romeo, rubata a Matera alcuni giorni prima, ha consentito ai carabinieri di rinvenire all’interno del portabagagli attrezzi atti allo scasso e 3 centraline decodificate per auto di varie marche.

Tutto il materiale ritrovato, dopo gli accertamenti dattiloscopici, è stato sottoposto a sequestro.

Sono in corso le indagini finalizzate all’identificazione dei malviventi.