Spaccio di hashish, nei guai una giovane coppia
lunedì 18 dicembre 2017
La coppia è stata trovata in possesso di 90 grammi di hashish e materiale per il confezionamento delle dosi. Arrestato un 20enne, denunciata la sua convivente.

 

I carabinieri dell’aliquota operativa del N.O.R. della compagnia di Taranto hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, un 20enne, del posto, con precedenti di polizia e denunciato in stato di libertà, per il medesimo reato, la sua convivente, una 18enne, del posto, incensurata.

I militari, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, nel pieno centro del capoluogo ionico hanno concentrato la loro attenzione su un’abitazione, del quartiere “Borgo”, dove, in occasione di accurati e minuziosi servizi di osservazione effettuati nei giorni precedenti, hanno notato un continuo andirivieni di giovani, alcuni dei quali conosciuti quali tossicodipendenti.

Per tali motivi, i Carabinieri hanno optato per fare irruzione all’interno dell’abitazione dell’uomo dove, a seguito di una perquisizione prima personale e poi domiciliare, hanno rinvenuto nella disponibilità del 20enne e della sua convivente, diversi involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo hashish per un totale di circa 90 grammi, che venivano sottoposti a sequestro.

Nel corso delle attività, a suffragare l’ipotesi di reato della detenzione ai fini di spaccio, i Carabinieri hanno inoltre rinvenuto, nella loro disponibilità, un bilancino di precisione, tre lame cutter e varie bustine in cellophane evidentemente utilizzati per il confezionamento dello stupefacente.

Il 20enne, condotto negli uffici della caserma di viale Virgilio è stato arrestato e, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo jonico, tradotto presso la propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari, mentre la sua convivente è stata deferita in stato di libertà per il medesimo reato.

La sostanza stupefacente sequestrata sarà analizzata dai militari del L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.