Estorsione e violenze sui familiari: in manette un 37enne
martedì 3 ottobre 2017
L'uomo, un tarantino, da tempo costringeva i familiari a consegnargli somme di denaro. 

I carabinieri di Taranto Nord hanno arrestato, per lesioni personali ed estorsione continuata, un 37enne, incensurato, disoccupato, residente a Taranto nel quartiere Paolo VI°.

I militari, al termine di scrupolose ed accurate attività investigative hanno accertato che l'uomo, a più riprese, avrebbe costretto i propri congiunti ad elargirgli somme di denaro, sotto minaccia di violenze, percosse, lesioni anche con l’uso di un coltello.

Le indagini, avviate grazie alla denuncia delle vittime, hanno permesso di accertare che i famigliari ed in particolare la madre dell’uomo, oramai piombati in un clima di drammatico assoggettamento e, impauriti dalla violenza del figlio, erano costretti a consegnare sistematicamente all’uomo somme di denaro che andavano da un minimo di 20 ad un massimo di 600 euro.

I carabinieri della Stazione di Taranto Nord hanno arrestato il 37enne che, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Taranto.