Controlli anti caporalato a Castellaneta: scoperto il 90% di lavoratori in nero
venerdì 9 giugno 2017

Controlli nel territorio di Castellaneta contro il fenomeno del caporalato: ispezionate aziende agricole.

Lotta al caporalato nella zona di Castellaneta. I carabinieri hanno effettuato una serie di ispezioni in diverse aziende agricole per controllare la posizione dei lavoratori impiegati. e contrastare il "reato di intermediazione illecita di manodopera e sfruttamento del lavoro". In un’azienda di Gioia del Colle sono stati sorpresi alcuni operai intenti a lavorare che, alla vista dei Carabinieri, hanno cercato di dileguarsi dandosi alla fuga tra i campi, senz aperò riuscirci a causa del pronto intervento dei militari. Ulteriori approfondimenti hanno poi permesso di scoprire altre irregolarità: una persona è stata denunciata per “caporalato"; altre due sono state denunciate in stato di libertà per l’impiego di manodopera “in nero”. 

Alle imprese controllate sono state comminate sanzioni amministrative per 80mila euro, relative a violazioni di carattere amministrativo e/o penale. Per una delle due è scattata la misura cautelare amministrativa di sospensione dell’attività di impresa.

Nel corso dell’attività è stato accertato l’impiego del 90% dei lavoratori in nero, mentre sono risultati tutti irregolari sotto il profilo della vigilanza tecnica, in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.
I servizi continueranno anche nei prossimi giorni su tutto il territorio della provincia di Taranto.