Scoperto a rubare a scuola, fugge, ma viene rintracciato: 25enne accusato di “tentata rapina”
venerdì 2 giugno 2017

I militari avevano catturato il complice all’interno della scuola in via Risorgimento.

I Carabinieri della Stazione di Sava, a conclusione di indagini, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di applicazione di misura cautelare in carcere emesso dal GIP del Tribunale di Taranto nei confronti di Dario Passiatore, 26enne di Sava, con precedenti di polizia, ritenuto responsabile di tentata rapina.

I militari, durante i servizi di controllo del territorio, nella nottata del 26 maggio, avevano sorpreso Passiatore che, insieme ad un complice 25enne incensurato del posto, dopo aver forzato la porta d’ingresso di una scuola in piazza Risorgimento, si era introdotto all’interno con l’intento di forzare i distributori automatici di bevande ed impossessarsi del denaro.

I malfattori, vistisi scoperti, si sono dati alla fuga e, mentre il 25enne veniva prontamente bloccato, Passiatore, che brandiva un arnese da scasso, è riuscito a divincolarsi ed a far perdere le proprie tracce.

Il 25enne, condotto in caserma, dopo le formalità di rito, è stato arrestato per tentato furto aggravato in concorso e, trasferito presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, mentre Passiatore, riconosciuto dai militari, era stato denunciato in stato di irreperibilità

A Passiatore è stata contestata la forma più grave del reato di “tentata rapina impropria” ed è stato associato presso la casa circondariale di Taranto.