Sabbia dall'Africa, massima concentrazione tra domani e venerdì
giovedì 27 aprile 2017
 Il richiamo mite che in queste ore sta interessando il sud Italia e in generale l'Europa orientale non avrà solo l'effetto di far aumentare un po' ovunque le temperature. Si stanno infatti attivando intense correnti meridionali in quota che trasporteranno ingenti quantità di sabbia dal deserto del Sahara verso le nostre regioni.

Ovviamente non si tratta di sabbia vera e propria, ma più precisamente di pulviscolo sabbioso in sospensione, particelle di polvere, molto leggere e sottili, una volta agganciate dalle correnti ascensionali, tendono a salire di quota aggirando dal bordo meridionale e occidentale l'anticiclone sub-tropicale per poi venire "trasportate" verso latitudini più settentrionali. Il loro passaggio in quota, molto spesso, contribuisce a velare pesantemente i cieli o a dargli un aspetto lattiginoso.

In questo caso la massima concentrazione di pulviscolo sulle nostre regioni è attesa tra la seconda parte di giovedì e la prima parte di venerdì per poi diminuire rapidamente con il passaggio del fronte freddo e il cambio delle correnti in quota. Tuttavia non è escluso che il pulviscolo sabbioso possa anche "precipitare" durante le prime piogge sparse che dovrebbero verificarsi proprio nella giornata di venerdì.

Fonte MeteOne