La Francia in scena: la Resistenza gioiosa dei Les Yeux d'la Tete arriva in Italia
giovedì 29 settembre 2016
Domani, venerdì 30 settembre unica data in Puglia al @Villanova - Etno Fest XIV edizione, Pulsano.
 
Arrivano da Parigi e più precisamente da Montmartre, il quartiere parigino famoso per essere stato il centro della vita bohémienne, i LES YEUX D’LA TÊTE, stanno conquistando il pubblico francese e internazionale con il loro nuovo album "Liberté Chérie" uscito il 4 marzo scorso.
 
Da Parigi a Berlino, da Londra a Budapest, forti di oltre 500 concerti in 10 paesi, la band di Montmartre è attualmente impegnata in un tour internazionale, che arriverà finalmente anche in Italia: DOMANI, venerdì 30 settembre saranno di scena, con ingresso libero e gratuito (start ore 22.00), al Villanova, in via Basento a Pulsano (TA), start ore 22,00 per la XIV edizione del Etno Fest.
 
L’appuntamento è presentato nell’ambito de La Francia in scena, la stagione artistica dell'Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e di Total E&P Italia.
 
I LES YEUX D’LA TÊTE si muovono con disinvoltura tra la canzone d’autore francese e lo swing, da Brassens a Sanseverino, fino a toccare la musica d'Oriente, da Kusturica a Shantel, intrecciando abilmente la prontezza di spirito sguaiata e  parigina, melodie orecchiabili, energia rock e febbrilità balcanica. 
   
"Liberté Chérie", terzo album della band parigina, registrato a Parigi nell’autunno 2015, negli studi di LA SEINE e poi DAVOUT da Laurent Jais, racchiude a meraviglia lo spirito e la musica dei LES YEUX D’LA TÊTE: è un inno alla vita, alla condivisione e all’indipendenza, una chiamata alla resistenza gioiosa. Tra "canzoni dancefloor" e ballate struggenti, sono capaci di creare un métissage musicale di finezza e di energia, accompagnato da testi impegnati (Entre chez moi, J’crois plus en l’homme), pieni di humour (Paris en Vélo, I Don’t Speak English, Tout ça c’est d’ta faute) di speranza e poesia (Il faut rêver, Liberté Chérie, Le feu sacré). Una opera generosa, potente, sensuale e da ballare.
 
I LES YEUX D’LA TÊTE nascono a Parigi nel 2006, e arrivano al grande pubblico suonando nei numerosi cafè parigini, tra Montmartre e Saint Michel, Pigalle e la Bastiglia. La loro sala prove è stata la strada, ma anche la metropolitana, passaggio obbligato di un gruppo alla ricerca del suo pubblico. Nel 2008 arriva il disco d’esordio “Danser sur les toits” (Ballando sui tetti), prodotto da Mosaic Music. Un disco che riscuote un notevole successo tra il pubblico francese.
Nel 2010, la consacrazione: vengono selezionati per rappresentare la città di Asnieres sul Main Stage del  Festival Francofolies de la Rochelle, poi nel 2011 vincono il Folkherbst Folk Festival Awards in Germania. Nel 2012 esce il loro secondo disco “Madones”(Madonne),un album che parla di donne, del piacere e soprattutto d’amore. All’uscita di Madones segue un tour internazionale in tutta Europa.

"La Francia in scena", stagione artistica dell'Institut français Italia, è realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell'Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem Copie Privée, della Commissione Europea (Creative Europe) e del Ministero dell'Istruzione italiano dell'Università e della Ricerca - Afam (MIUR - Afam).
La band è composta da Benoît Savard: Chitarra / Voce, Guillaume Jousselin: Chitarra / Voce, Eddy Lopez: Sassofono / Voce, Emilien Pottier: Contrabbasso / Basso, Xavier Hamon: Batteria, Eric Allard-Jacquin: Fisarmonica.