L’Orchestra Magna Grecia di Taranto in tournée in Albania
lunedì 12 settembre 2016
Tre grandi concerti per promuovere l’immagine di Taranto nel Paese delle Aquile.

La prima tournée de “La Magna Grecia racconta gli Ori di Taranto”, un innovativo progetto per promuovere annualmente Taranto nei paesi mediterranei.

Questa settimana l’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia” sarà in tournée in Albania per promuovere, con tre importanti concerti nel Paese delle Aquile, l’immagine di Taranto attraverso le opere di due delle eccellenze musicali della Città dei due mari.

“Da Paisiello a Presicci”: questo, infatti, è il titolo scelto per la tournée che unisce idealmente, tra passato e presente, due compositori tarantini dei quali nei concerti saranno eseguiti alcuni brani.

Si tratta di Giovanni Paisiello, celeberrimo compositore che nel Settecento assurse a chiara fama in tutta Europa, e del quale quest’anno ricorre il bicentenario della morte, e Leonardo Presicci, uno dei fondatori e “primo contrabbasso” dell’ICO “Magna Grecia” e docente presso il Conservatorio statale “Tito Schipa” di Lecce.

Nei tre concerti della tournée di Giovanni Paisiello saranno eseguite le ouverture da due opere, “La serva padrona” e “Il Barbiere di Siviglia”, e la Sinfonia in Re maggiore con revisione di Giacomo Battista, edita da Eleutheria Edizioni Musicali, composizione che da quest’anno viene eseguita per la prima volta in tempi moderni dall’ICO “Magna Grecia”, mentre di Leonardo Presicci sarà suonato il brano “Sentimental per clarinetto e archi”.

Completano il programma dei concerti l’esecuzione del brano “’Introduzione, Tema e Variazioni per clarinetto” di Gioachino Rossini e del Concerto per violino e archi in la minore (BWV 1041) di Johann Sebastian Bach. Saranno protagonisti dei concerti l’Orchestra ICO “Magna Grecia”, diretta dal M° Piero Romano, e due solisti d’eccezione: il clarinettista Giovanni Marinotti e la violinista Didi Tartari.

I concerti (tutti con inizio alle 19) si terranno mercoledì 14 settembre nella Cattedrale di San Paolo (Katedralja e Shën Palit) di Tirana, giovedì 15 settembre nella Chiesa di San Francesco (Kisha Françeskane) di Scutari e, infine, venerdì 16 settembre nel Museo Archeologico Nazionale di Durazzo.

Anche se inizialmente era previsto il sostegno di “Puglia Sound”, contributo venuto meno all’ultimo momento per un problema burocratico, l’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia” ha deciso di realizzare comunque la tournée in Albania sostenendone integralmente i costi.

Il M° Piero Romano ha spiegato che "non potevamo non cogliere questa importante occasione per promuovere l’immagine di Taranto, attraverso le opere di due delle sue tante eccellenze musicali, in tre delle più importanti città del Paese delle Aquile, nazione con cui la nostra regione ha consolidati rapporti; peraltro in questa tournée faremo conoscere anche l’azienda vitivinicola Varvaglione Vigne & Vini, nella direzione di un’idea multidisciplinare della cultura che, in questo caso, vede sposare la cultura musicale e quella vitivinicola, una delle tante eccellenze dell’enogastronomia del nostro territorio".

Piero Romano ha poi annunciato che "questa tournée in Albania rappresenta infatti la prima de “La Magna Grecia racconta gli Ori di Taranto”, un innovativo progetto di internazionalizzazione per il Mediterraneo che è nostra intenzione realizzare per promuovere annualmente Taranto nei paesi che si affacciano sul bacino mediterraneo, con l’auspicio che gli eventi culturali possano rappresentare l’occasione per creare con queste realtà anche rapporti commerciali e imprenditoriali".

Il partner culturale e sociale dell’Orchestra della Magna Grecia è Ubi Banca Carime che conferma il suo sostegno convinto per corroborare sul territorio la funzione di una economia integrata al fine di garantire responsabilmente un’alta qualità della vita; l’orchestra è sostenuta da Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo, Comune di Taranto, Regione Puglia e Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia.