Inaugurato il Parco Urbano “Giovanni Paolo II”
martedì 22 dicembre 2015
E' stato inaugurato oggi, 22 dicembre, dall’amministrazione comunale di Laterza, il Parco urbano “Giovanni Paolo II”.

Per festeggiare l'occasione, nel parco si è tenuto un consiglio comunale monotematico dedicato al conferimento della cittadinanza onoraria al professore Carmine Arena, allenatore della Polisportiva di Laterza negli anni 60/70.

“Non poteva esserci modo migliore per inaugurare questo parco - ha dichiarato il sindaco Gianfranco Lopane - che la concessione della cittadinanza per il merito sportivo a chi ha toccato con mano una generazione di talenti. Generazione a cui il professore ha donato i sacrifici dello sport nel campo e fuori dal campo. Il desiderio forte era farla coincidere con l'apertura di questo spazio che oggi restituiamo finalmente alla comunità".
 
Il parco è stato realizzato con un finanziamento regionale destinato a riqualificare  l'area in questione, in cui molti campioni hanno giocato.
"Siamo soddisfatti che questo iter, non semplicissimo, si sia concluso. Questa periferia sarà un punto di riferimento molto forte per la comunità cittadina”. Così il sindaco, Gianfranco Lopane, prima della consegna dell’attestato e di un cadeau in ceramica laertina a Carmine Arena.
 
Durante l’evento il fotografo Giuseppe Monopoli ha regalato al professore una targa con delle foto simbolo del periodo di massima gloria per l’allenatore e la squadra laertina.
Intervenuti anche, Vito Tisci, presidente FIGC CR Puglia, Elio Sannicandro, presidente regionale CONI CR Puglia e diverse glorie del calcio laertino degli anni ’70.

Hanno partecipato anche alcune scolaresche riempiendo di gioia e di colori l’annesso campo di calcetto. Il parco, finanziato con fondi (po fesr 2007-2013 ASSE VII Linea di intervento 7.1 – AZIONE 7.1.2.  P.I.R.P  “Programmi integrati di riqualificazione delle periferie”) è stato realizzato nel luogo in cui sorgeva il campo sportivo di Via Roma ed è stato intitolato a Papa Giovanni Paolo II, come l’omonima via che lo costeggia.

La struttura sarà aperta al pubblico ed è composta da viali, giardini, giostrine, laghetto e campo da calcetto. Dotato sul perimetro di una pista ciclabile che lo collega ad un altro parco sito in Via De Andrè.

Il parco fungerà da luogo di aggregazione sociale, nel quale si potranno svolgere manifestazioni non soltanto sportive, ma anche di carattere ludico, ricreativo  e culturale, garantendo agli abitanti delle periferie l’opportunità di essere vicini ad un luogo promotore di socialità e di cultura.