Armi in casa: i Carabinieri denunciano un 60enne di Laterza
martedì 1 settembre 2015

I Carabinieri della Compagnia di Castellaneta, nella giornata di ieri, hanno denunciato in stato di libertà un 60enne residente nel comune di Laterza, per il reato di detenzione abusiva di armi e munizionamento.

 

I militari della locale stazione,  a conclusione di una minuziosa attività info-investigativa iniziata nei giorni precedenti con la collaborazione dei colleghi del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, hanno eseguito una perquisizione domiciliare  per la ricerca di armi e munizioni presso l'abitazione di un 60enne imprenditore incensurato del posto, indicato come persona in possesso di armi, pur non avendone titolo. 

L'uomo ha consegnato spontaneamente due fucili, un calibro 12 ed un calibro 16, quest'ultimo privo di marca e matricola, e 57 cartucce per fucile. 

Le armi, ha spiegato il laertino ai militari giunti sul posto, risultavano essere appartenute in vita al defunto padre.

Per tali motivi le armi e le cartucce sono state sequestrate mentre il 60enne, veniva denunciato in s.l. alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico per detenzione abusiva di armi e munizionamento.